Articoli della rassegna stampa di Jolanda Spagno

14 02, 2015

Senso Plurimo 6

artribune.com

Terzo appuntamento per Senso Plurimo 6, la rassegna dei Cantieri Teatrali Koreja curata dalla giornalista e critica Marinilde Giannandrea. Ad esporre nel box progettato da Rune Ricciardelli, Jolanda Spagno. L’artista barese è stata presente, con le sue opere, nella Collezione della Farnesina a Roma e ha esposto alla 54. Biennale d’Arte di Venezia (Padiglione Italia), alla XIV Quadriennale di Roma e in numerose gallerie […]

18 05, 2014

In Art – Intervista a Jolanda Spagno, “a casa” del subconscio

infooggi.it | Domenico Carelli

ROMA, 18 MAGGIO 2014 – Per immergersi in un’atmosfera postavanguardistica, sperimentale, l’appuntamento è nel quartiere Monti, presso la Galleria Fondaco, dove da poco è stata inaugurata la mostra di Jolanda Spagno“HEIMA”, a cura di Gabriella DamianiFrancesca Marino e Flora Ricordy – visitabile fino al 30 maggio 2014.

L’artista pugliese, attraverso dieci opere inedite, dipana il suo immaginario, con una cifra stilistica personale e ormai consolidata, un “atlante delle emozioni” rigorosamente in […]

14 05, 2014

Heima

exibart.com

Dopo la personale “KOMM Il medesimo differente” e in occasione della recente acquisizione nella Collezione di Arte Contemporanea della Farnesina, le opere di Jolanda Spagno sono nuovamente a Roma alla Galleria Fondaco di via degli Zingari con HEIMA (a casa, in islandese), sempre in collaborazione con la Orizzonti Arte Contemporanea di Ostuni.

Dieci lavori inediti realizzati dall’artista con la stessa tecnica utilizzata in Komm che […]

31 08, 2013

Surrealisma

exibart.com

Di un tempo sospeso, di un silenzio lontano, di un Passato e di un Futuro che non esistono, è quello di cui ci parla Jolanda Spagno con la sua “Sùrrealisma” dove due sentinelle vigili, morbide, dolci, si offrono di fare da traghettatrici attraverso foreste bianche ed immacolate, per l’ingresso in una dimensione altra e sospesa dell’Oggi.
E ancora una volta è il Viaggio il protagonista […]

15 10, 2012

Le ombre di Jolanda Spagno dipinti in grafite a Corato

repubblica.it | Lorenzo Madaro

A prima vista sembrano immagini fotografiche rimodulate con qualche congegno digitale, invece sono opere concepite con la grafite, attraverso una pratica del disegno lenta e meticolosa che presuppone anche uno studio degli effetti ottici. I nuovi lavori dell’artista Jolanda Spagno, proposti da stasera negli spazi della CoArt gallery di Corato, rivelano volti disgiunti di esseri androgini. Sono volti immobili, quasi sfocati. E proprio per […]

22 11, 2012

Komm. Il medesimo differente

artribune.com

L’ambiguità percettiva percorre i sospesi paesaggi “artici” di Jolanda Spagno, spazi del silenzio dipinti con una tecnica a matita che si dà per progressive cancellazioni e si concentra con particolare intrigo nei giochi d’ombre, ingrandimenti, riflessioni, suggeriti attraverso lenti e specchi dentro affascinanti scatole ottiche che mettono insieme scienza e sogno. (Antonella Marino)

In seguito al grande consenso che Jolanda Spagno ha appena riscosso in […]

13 10, 2012

L’ombra che sta al centro

artribune.com

Il titolo della mostra, a cura di Roberto Lacarbonara, trae spunto dalla celebre espressione utilizzata da Carl Gustav Jung per indicare la radice oscura del soggetto, il luogo imperscrutabile dove agiscono ed emergono i fenomeni istintuali e ingovernabili dell’io.
Il lavoro di Spagno, caratterizzato dalla fragile figurazione ottenuta dalla grafite e rivolto allo studio di volti androgini spesso caratterizzati dalle pose inespressive, indaga con estrema […]