Jolanda Spagno Bari (1967)

Si è diplomata all’Accademia di Belle Arti di Bari. Le sue opere sono incluse nella Collezione della Farnesina a Roma e nel 2011 ha partecipato al progetto residenza promosso dal Ministero degli Affari Esteri a Hangzhou (Cina). Ha esposto alla 54° Biennale d’Arte di Venezia (Padiglione Italia – sezione Puglia), alla XIV Quadriennale di Roma, in numerose gallerie private (Stoccolma, Hangzhou, Pechino, Madrid) e in spazi istituzionali, tra cui la Galleria Nazionale di Cosenza, il Museo d’Arte Contemporanea Pino Pascali a Polignano a Mare (BA) e il Palazzo delle Esposizioni di Roma. Ha vinto il “Premio Lissone” del Museo d’Arte Contemporanea Lissone di Milano. Nel 2016 ha preso parte alla mostra “Il manichino e i suoi paesaggi” a Ferrara in occasione della grande esposizione al Palazzo dei Diamanti “De Chirico a Ferrara. Metafisica e avanguardie”.

Jolanda Spagno lavora sullo sdoppiamento dell’immagine e sulla polarizzazione della luce con la lente optical ligthing film (OLF) che sovrappone ai suoi ritratti a matita. Gli sguardi dei volti sono ieratici e lontani da qualunque intento ritrattistico, in quanto solo emblemi dell’indeterminatezza della presenza umana nel mondo. Nella serie Human utilizza questa tecnica su volti umani di cui  evidenzia l’austerità e la precarietà attraverso la loro duplicazione. L’immagine muta infatti a seconda della prospettiva da cui si guarda, acquisendo così una tridimensionalità quasi tangibile. La tecnica scelta, ritratto a matita dissolto e sfaccettato dall’effetto della lente, sottolinea questa idea. In questo esercizio di equilibrio tra definizione e instabilità, enigma e chiarezza, l’artista spinge costantemente l’occhio “oltre l’ostacolo” e compromette l’identificazione del soggetto negando la distinzione delle espressioni e delle proprietà del viso, mettendo a prova anche le convenzioni cognitive. Questi ritratti fortemente asettici e astratti sono d’ispirazione metafisica nella loro algidità e anonimia; sono quindi al contempo rigidi e fragili e riconducono al tema dell’irriconoscibilità dell’altro, della sua inaccessibilità.

  • Human
2014

Opera Sùrrealisma, Collezione d’Arte Contemporanea della Farnesina, Ministero degli Affari Esteri.

IX Biennale Rocco Dicillo

2011

Residenza, Progetto Seguendo il cammino di Marco Polo, Artisti italiani dipingono la città di Hangzhou nell’anno della Cina, Ministero degli Affari Esteri e Hangzhou Cultural Brand Promotion.

54° Biennale di Venezia.

2009

Opera al restauro, Castello Svevo di Bari, Concorso Arte in cantiere, opere d’Arte sui ponteggi, Ministero dei Beni Culturali e Ambientali della Regione Puglia.

2005

Premio Lissone, Opera permanente, Museo d’Arte Contemporanea di Lissone, Milano

Selezione Premio Maretti, Museo d’Arte Contemporanea, Repubblica di San Marino.

2003

XIV Quadriennale di Roma.

2001

Primizie Premio per giovani Artisti, Assessorato alle Politiche Giovanili, Comune di Bari.

Mostre personali

2013

Sùrrealisma, a cura di Carmelo Cipriani, E-lite studio Gallery, Lecce

Sùrrealisma, a cura di Carmelo Cipriani, Spazio Purgatorio, Galleria Orizzonti, Ostuni

2012

Komm, il medesimo differente, Galleria Fondaco, Roma

L’Ombra che sta al centro, a cura di Roberto Lacarbonara, Galleria CoArt, Corato (BA)

2011

L’Altra dimensione, The Office Contemporary Art, Roma

2010

Artica, Galleria Ninni Esposito, Bari

2009

Prismi, Il Sacro incontra l’Arte contemporanea, a cura di Grazia De Palma, Area Archeologica

Sacra – Santa  Maria Veterana, Triggiano (BA)

2008

Inlandsis, Museo Nuova Era, Bari

2007

Lampisterie, a cura di Antonio D’Avossa, Galleria Verrengia, Salerno

2003

Il FAI incontra l’Autore, Galleria Zelig, Polignano (BA)

2002

Tereshkova, Galleria Putignano, Noci (BA)

2001

Spostamenti Minimi, Galleria Zelig, Abbazia di S.Vito, Bari

2000

Lenti, Teatro Kismet Opera, Bari

1998

Stati del bianco, a cura di Vittoria Biasi, Galleria Alphacentauri, Parma

1994

Ki, Galleria Ungari, Roma

1993

Espero, Galleria Pino Pascali, Polignano

 

Mostre collettive

2016

“Il manichino e i suoi paesaggi”, Palazzina Marfisa d’Este, Ferrara

2014

La grande illusione,  Gallery of Art Temple University, Roma

Progetti minimi, Museo Nuova Era, ex Sepolcro Santa Croce, Bisceglie, (BA)

2013

Adriatic side, Istallazione ‘La Battaglia’, Sei Artisti dei Paesi transfrontalieri dell’Adriatico,

Progetto Europeo, Castello di Sannicandro (BA)

Murart due, Assessorato alla Cultura della Provincia di Bari

Overitaly, Gallery Overkikaren, Stoccolma

ABC, Spazio Purgatorio, Galleria Orizzonti, Ostuni

Double, Palazzo della Cultura, ArtandArs Gallery, a cura di Gigi Rigliaco, Galatina (LE)

Save the beauty, Galleria Formaquattro, Bari

Start, Galleria Formaquattro, Bari

2012

Murart, Assessorato alla cultura della Provincia di Bari

Incursioni figurative, a cura di Carmelo Cipriani e Fabio De Chirico, Galleria Nazionale, Cosenza

Italian Artists, Henlu Art Gallery, Hangzhou, Cina

Rassegna Art suite Art, Galleria Orizzonti di Ostuni, Borgobianco, Polignano (BA)

Naturart Party, Galleria Formaquattro, Milano

Ouverture, Museo d’Arte contemporanea Pino Pascali, Polignano (BA)

Donne, a cura di Grazia Donatelli, Palazzo Conte Sabini, Adelfia (BA)

Contaminazioni, a cura di Roberto Lacarbonara e Alexander Larrarte, Galleria CoArt, Corato

2011

Seguendo il cammino di Marco Polo, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia

Biennale di Venezia, pad. Italia, sz Puglia, Complesso monumentale di Santa Scolastica, Bari

Il Giardino segreto, Opere d’Arte del secondo Novecento nelle collezioni private, a cura di Lia De Venere, Complesso monumentale di Santa Scolastica, Bari

2010

Geografie della soglia, J. Spagno, D. Valli, M. Orsini, Galleria Ninni Esposito, Bari

Ecclettica, a cura di Antonella Marino, Castello di Carovigno (BA)

Terra e sale, a cura di Graziano Menolascina, Masseria Boezio, Torre Pozzella (BR)

2009

Centoingiro, Galleria Mandelli, Seregno (MI)

V edizione Festival Internazionale d’Arte Contemporanea Songzhuang, Pechino

2007

Natività, a cura di Rosario Pinto, Galleria Open Space, Catanzaro

Nigro, Galleria Bluorg, Bari

2006

Oltre il Premio, Museo d’Arte Contemporanea, Lissone (MI)

Insulae, 10a edizione Festival dei rumori Mediterranei, Centro Allende, La Spezia

Il bianco e il nero, Teatro Kismet Opera, Bari

Il Giardino d’inverno, Kunst Hall, Putignano (BA)

2005

Premio Lissone, 1° Premio, Museo d’Arte Contemporanea, Lissone (MI)

Premio Maretti, Museo d’Arte Contemporanea, Repubblica di San Marino

Crysalis, artisti italiani e olandesi a confronto a cura di Grazia De Palma e la Galleria

2004

Le armi dell’Arte da Pascali ai giorni nostri, Museo d’Arte contemporanea Pino Pascali

Speed generation, Galleria Verrengia, Salerno

2° Biennale Adriatica, San Benedetto del Tronto, (AP)

People, a cura di Lia De Venere, Castello Carlo V, Lecce

Di un solo mare di tanti mari, XVI Rassegna d’Arte contemporanea, a cura di Lia De Venere, Ospedale dei Crociati, Molfetta (BA)

2003

XIV Quadriennale di Roma, Palazzo Reale, Napoli

Biennale Adriatica Anno zero, San Benedetto del Tronto (AP)

2002

Le Muse Inquietanti, Museo d’Arte Contemporanea Pino Pascali, Polignano (BA)

Tre Artisti in Barca, a cura di Grazia De Palma, Galleria Pio Monti, Roma

Casa Sibilla, in collaborazione con la Galleria Verrengia di Salerno, Nola (NA)

2001

Primizie, Premio per giovani artisti, Ass. alle Politiche Giovanili, Bari

 

2000

 

Seduzione, Galleria Zelig, Abbazia di S. Vito, Bari

 

 

 

1994

FaxArt, a cura di Ludovico Pratesi, Palazzo delle Esposizioni, Roma